Untitled 1
VILLA ADRIANA di MARINA DE FRANCESCHINI
Responsive Flat Dropdown Menu Demo  Menu'

CASERMA DEI VIGILI



Edificio di servizio destinato agli schiavi.

CASERMA DEI VIGILI
Descrizione
Questo semplice edificio è collocato in posizione defilata a ridosso dell'Edificio con Pilastri Dorici e dell'Edificio con Peschiera.
Ha un grande cortile centrale CV1 fiancheggiato da ambienti su tre dei quattro lati, CV 2-10; sono tutti pavimentati in opus spicatum con mattoncini di terracotta.
CV 1 PNG VERDE ESTERNO E LATRINA.png

La Caserma dei Vigili vista da fuori

Nelle pareti degli altissimi ambienti sono inserite delle mensole in travertino che sorreggevano soppalchi in legno, in modo da suddividerli in tre piani.
L’accesso ai piani superiori avveniva con scale e ballatoi in legno situati all'esterno, ormai scomparsi.

A lato dell’ingresso principale si accede ad una costruzione quadrangolare CV11 che dava accesso ad un cortile scoperto CV12 sul quale si aprono vari ambienti fra i quali una latrina a più posti CV15, pavimentata in cocciopesto, preceduta da un piccolo ambiente CV13, destinato al custode, il latrinarius.

CV 2 PNG VERDE VEDUTA.png

Interno della Caserma dei Vigili

Le aree scoperte, CV12 e CV18 avevano anch’esse pavimento in opus spicatum di mattoncini.

Destinazione d'uso
La Caserma dei Vigili deve il suo nome alla somiglianza con la Caserma dei Vigili di Ostia.

La modestia della decorazione con semplici pavimenti in opus spicatum e la posizione defilata e le latrine multiple indicano che apparteneva ai quartieri servili della Villa, destinati agli schiavi.

La struttura con ambienti soppalcati e l’accesso mediante ballatoi è analoga quella degli ambienti delle Cento Camerelle e delle Sostruzioni del Pretorio, anch’essi destinati agli schiavi.

Poteva servire come deposito di derrate alimentari, o come cucina al servizio del vicino al Triclinio estivo PI25 del Palazzo Imperiale.

VEDI: Marina De Franceschini, Villa Adriana. Mosaici, pavimenti, edifici. Roma 1991, pp. 70-174 e 437-440.
Salza Prina Ricotti E. "Cucine e quartieri servili in epoca romana"  in Rendiconti della Pontificia Accademia, 51-52, 1978-80, pp. 237-294.



Villa Adriana - Progetto Accademia
©2023 Marina De Franceschini
www.rirella-editrice.com

e-Mail: rirella.editrice@gmail.com
VILLA ADRIANA di Marina De Franceschini

Home  |   Privacy  |  Cookies  | nPress Admin


ennegitech web e social marketing
Sviluppato da EnnegiTech su nPress 2305